Addio!

14.06.2018

Sono passati 11 anni da quando mi sono candidato all’Unione Professionale Svizzera della carne (UPSC).

Mi ricordo ancora il colloquio con Rolf Büttiker il quale, osservandomi con un certo scetticismo, borbottava: «Lei non ha l’aria di uno che mangia molta carne.» Fortunatamente Balz Horber gli fece notare che la carne è sana, ma non fa ingrassare!
Così ho fatto il mio ingresso nel settore della carne e, grazie alla disponibilità ed al sostegno di numerosi collaboratori, membri della commissione ecc. mi sono sentito rapidamente a mio agio nonostante fossi un neofita. Il mio consumo di carne è aumentato sensibilmente dopo aver assaggiato tante specialità gustose. Ma oltre al cibo allettante, anche il lavoro era interessante. Negli ultimi anni l’UPSC ha fatto progressi in molti ambiti: grazie ad un esame professionale più moderno, è riuscita a formare un maggior numero di quadri dirigenti. Il settore ha poi raggiunto diversi obiettivi anche sul piano politico, ad esempio la reintroduzione della prestazione indigena. Inoltre, nell’ambito delle misure di comunicazione, l’Unione ha fatto l’ingresso nell’era digitale.
Ovviamente vi sono stati anche momenti più complicati. Mi preoccupavano e preoccupano tuttora la mancanza di nuove leve e i circa 400 membri che hanno cessato l’attività definitivamente. Per contro fa sorridere l’episodio nel quale un mastro macellaio decisamente arrabbiato mi disse che alla persona che aveva preso determinate decisioni «si dovrebbe mollare un cazzotto in testa». Per forza di cose ho dovuto ammettere che quella persona ero io. Finora la mia testa è rimasta fortunatamente illesa.
Lascio l’UPSC fra qualche giorno con un occhio che ride e uno che piange. Sono contento di poter affrontare una nuova sfida in un’associazione settoriale assai diversa, ma sono anche dispiaciuto perché in questi 11 anni il settore della carne e i suoi numerosi protagonisti mi sono diventati molto cari. Ma, come si suol dire, il mondo è piccolo e la Svizzera lo è a maggior ragione.
Auguro in ogni caso successo a tutti voi e ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto in modo così efficace durante gli anni trascorsi all’UPSC.

Elis Welti, Capo Comunicazione e sost. direttore UPSC

 
 
 
 
Elis Welti, Capo Comunicazione e sost. direttore UPSC
 
 
 
 
 

Unione Professionale Svizzera della Carne UPSC · Sihlquai 255 · Casella postale 1977 · 8031 Zurigo · Tel. +41 44 250 70 60 · Fax +41 44 250 70 61 · info(at)sff.ch

Swiss Meat People
mefa